Il primo dei due modelli di misuratore di pressione possiamo dire che ce lo suggerisce di sicuro il nome stesso, lo sfigmomanometro manuale, è un modello caratterizzato da un funzionamento appunto manuale che quindi non prevede alcuna componente elettronica.

Viene adoperato in ambito clinico ed ospedaliero da moltissimo tempo, ma comunque sempre da personale sanitario e può essere di due tipologie: a mercurio e aneroide.

Lo sfigmomanometro a mercurio viene ritenuto il “progenitore” dei moderni apparecchi di questa tipologia, è diciamo però sconsigliato a causa della tossicità del mercurio e della conseguente difficoltà di smaltimento. Nonostante ciò risulta tuttora utilizzato in quanto da molti viene ritenuto il più preciso strumento di misurazione della pressione arteriosa. Gli elementi che lo costituiscono sono un manicotto di tela che ricopre una camera d’aria, la pompetta manuale con valvola metallica che poi è collegata al precitato manicotto attraverso un tubo di gomma, e una colonnina di mercurio con una precisa scala graduata che riporta i diversi valori della pressione espressi in millimetri di mercurio (mmHg).

L’altro modello manuale di sfigmomanometro è quello chiamato aneroide. Si tratta di un misuratore di pressione che è privo della colonnina di mercurio, e si compone degli stessi elementi della tipologia precedente, ma si differenzia dal primo perché al posto della colonnina di mercurio presenta un manometro a orologio con ago mobile su cui è riportata una scala graduata in millimetri di mercurio (mmHg). Comunque si tratta di un dispositivo che è meno ingombrante e di maggior semplicità di trasporto rispetto agli altri modelli, ma non eccelle in stabilità di misurazione, infatti con il trascorrere del tempo se viene maneggiato con poca cura può non dare risultati ottimali.

Oltre ai modelli di tipo manuale abbiamo i modelli moderni, che sono capaci di stabilire i valori della pressione arteriosa in modo totalmente automatizzato, i modelli quindi di sfigmomanometro elettronico che rappresentano senza dubbio lo strumento ad oggi più diffuso proprio per la semplicità che lo caratterizza. Sono inoltre anche molto utilizzati perché consentono a tutti in casa di misurare la propria pressione, anche se si è soli e si ha poca familiarità con l’apparecchio. Se volete scoprire tutti i modelli elettronici o manuali cliccate su miglioresfigmomanometro.it